“Dopo l’ultima esperienza, non riesco più a credere in me stessa. Mi rendo conto che mi sto autosabotando, portando i recruiter a non scegliermi”.

Prima di affrontare la ricerca di un nuovo lavoro, è fondamentale ri-acquisire la consapevolezza del proprio valore, in particolare dopo esperienze professionali negative che hanno minato la propria autostima.

Diversamente, il rischio è proprio quello di autosabotarsi, con una comunicazione errata nel cv o in fase di colloquio, e perdere delle opportunità professionali.

Il nostro valore non dipende da cosa pensano gli altri di noi, tantomeno da cosa pensa il nostro (ex) capo/responsabile o collega.

Prima di muoversi nel mercato del lavoro, è necessario fare pulizia.
Di giudizi negativi, critiche inopportune e commenti svalutanti, recuperando l’oggettività.

Avere consapevolezza del proprio valore e credere veramente al valore aggiunto che potremmo portare nella nuova azienda è fondamentale, prima ancora di presentarsi.

Se non crediamo noi stessi nel nostro potenziale, come possono crederci gli altri?

×

Powered by WhatsApp Chat

×